Commercio & Autorizzazioni

Il voto del Parlamento europeo evidenzia la necessità di creare fiducia nella valutazione del rischio

Risposta al voto plenario del Parlamento europeo sulla proposta legislativa di regolazione sulla trasparenza e sostenibilità della valutazione del rischio dell'UE nella filiera alimentare (comunicato stampa di EuropaBio)

11 dicembre 2018, Bruxelles: In risposta all'odierno voto plenario del Parlamento europeo su una proposta legislative per una regolazione sulla trasparenza e sostenibilità nella valutazione del rischio dell'UE nella filiera alimentare, Joanna Dupont-Inglis, segretario generale di EuropaBio, ha detto: “Il voto di oggi evidenzia il bisogno di creare fiducia nel nostro sistema di valutazione del rischio. Sebbene l'Europa abbia una delle procedure più rigorose e solide al mondo nella valutazione del rischio, il sistema corrente non sta portando benefici in maniera tanto trasparente o efficiente quanto potrebbe. Benché restiamo molto preoccupati per una mancanza di una sufficiente salvaguardia per proteggere informazioni d'affari confidenziali, apprezziamo gli sforzi di aumentare l'efficienza con incontri di pre-consegna e informazioni di rischio rafforzate, per migliorare a lungo termine la sostenibilità del nostro sistema di valutazione del rischio”.

Per molti anni, EuropaBio ha chiesto miglioramenti nel procedimento di valutazione del rischio per gli Ogm nella filiera alimentare dell'UE. L'attuale processo, che è condotto dall'European Food Safety Authority (EFSA), è lungo e costoso, a confronto con altre agenzie di valutazione del rischio come l'European Medicines Agency (EMA). Le inefficienze di procedura dell'EFSA, insieme agli sforzi insufficienti nell'area di comunicazione del rischio, hanno contribuito soltanto a una mancanza di fiducia verso i prodotti valutati, nonostante il fatto che questo richieda molti anni per l'approvazione e costi milioni di euro di denaro pubblico e privato. Nonostante una storia ventennale di commercializzazione sicura in tutto il mondo, e oltre 2.500 autorizzazioni separate garantite da autorità pubbliche in almeno 59 paesi, alcuni gruppi di interesse continuano a fare una vigorosa campagna contro le piante Ogm, facendo periodicamente dichiarazioni infondate contro la loro sicurezza. 

Concludendo la sua dichiarazione, Dupont-Inglis ha detto: “In futuro, vorremmo vedere un maggiore grado di trasparenza nelle regole di procedura per la valutazione del rischio, allo stesso modo da parte degli Stati membri, quando bisogna votare con o contro l'evidenza scientifica che determina la sicurezza del prodotto. E' improbabile che la disponibilità delle informazioni tecniche, di per sé, migliori la comprensione della scienza o la fiducia nel procedimento di valutazione del rischio da parte del pubblico. Una migliorata comunicazione del rischio dovrebbe fare di più per evidenziare l'integrità e la qualità delle opinioni scientifiche dell'EFSA in maniera comprensibile, e affrontare la generazione e la diffusione della disinformazione, delle teorie cospirazioniste, che hanno eroso la fiducia in alcuni prodotti innovativi e benefici come gli Ogm. Inoltre, supportiamo le misure che migliorano l'efficienza e assicurano il rispetto per la protezione degli animali. Guardando avanti, speriamo che il Parlamento, insieme con la Commissione e il Consiglio, progrediscano nella ricerca di un accordo proporzionato e bilanciato che protegga gli interessi e consenta un'innovazione con benefici per i consumatori dell'Unione Europea.”

Per ulteriori informazioni di rilevanza, consultate:


Share